Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Sospesa la licenza di un'intera azienda di cosmetici in provincia di Salerno: i carabinieri del Nucleo Antisofisticazione e Sanità del capoluogo della valle dell'Irno hanno ispezionato la struttura per le consuete verifiche, scoprendo diverse irregolarità all'interno. Tra queste, la documentazione autorizzativa che è risultata essere totalmente mancante e che ha portato alla sospensione dell'intera azienda, che si estende su una superficie di cinquecento metri quadri. Ma non solo: nel mirino dei militari dell'Arma è finita anche la merce all'interno, in gran parte sequestrata al termine dell'operazione.

Si tratta di oltre trentamila dispositivi medici e prodotti cosmetici, tutti con dichiarazioni e marchio CE che in realtà non erano conformi alle normative, nonché privi di qualunque documentazione che ne attestasse la valutazione sulla sicurezza e la conseguente notifica al Ministero della Salute. Di fatto, si trattava di prodotti cosmetici potenzialmente pericolosi per la salute degli acquirenti, mancando le obbligatorie documentazioni che ne attestassero la sicurezza, che riguardo a questa merce sono anche obbligatorie. Tutta la merce è stata così posta sotto sequestro, mentre lo stabilimento si è visto sospendere l'attività, visto che non sono risultati documenti autorizzativi rilasciati in tal senso. Proprio come il cibo, infatti, anche i cosmetici ed i dispositivi medici sono tra i prodotti più ispezionati da parte dei carabinieri del Nas, visto che il loro utilizzo, in caso di merce non a norma, può avere ripercussioni anche gravi sugli ignari acquirenti.