Matteo Salvini sul palco di San Giuseppe Vesuviano, assieme al sindaco Vincenzo Catapano.
in foto: Matteo Salvini sul palco di San Giuseppe Vesuviano, assieme al sindaco Vincenzo Catapano.

Il ministro Matteo Salvini viene contestato da una donna durante un comizio, e lui le risponde di andarsi a leggere un libro e di "non rompere le palle". E' accaduto nella serata di lunedì 6 maggio, quando il vice-premier e ministro degli Interni si trovava a San Giuseppe Vesuviano, nel Napoletano, per un comizio elettorale in vista delle elezioni europee di fine maggio. Una donna, mentre Salvini stava parlando, ha iniziato a contestarlo, e per tutta risposta dal palco lo stesso ministro gli ha risposto: "Amica mia, ma se non sei d’accordo vai a leggerti un libro a casa e non rompere le palle. Mica ti ho costretto io ad essere qua, che poi ti viene mal di fegato: mangiati pane e Nutella e rilassati".

Una frase immortalata anche da video, che lascia poco spazio all'interpretazione. Tra i partecipanti al comizio, sono partiti invece ovazioni ed applausi dopo la risposta seccata da parte del ministro Matteo Salvini. Anche il sindaco di San Giuseppe Vesuviano, Vincenzo Catapano, dopo aver ringraziato i presenti per aver partecipato al comizio, ha chiosato: "Un ringraziamento va anche a chi contesta strumentalmente e ai denigratori di professione: se non ci foste, avremmo più lavoro da fare per convincere la gente della bontà di Matteo Salvini e del percorso politico che propone alla nostra Nazione. Grazie, grazie davvero di esistere. Bacioni alla nutella", ha quindi aggiunto Catapano. La risposta piccata di Matteo Salvini è arrivata poco dopo un altro episodio simile, quando cioè una ragazza, fingendo di farsi un selfie, gli aveva poi detto a video "non eravamo terroni di m…?". Anche in questo caso, la reazione di Salvini era stata dura, con tanto di cellulare sequestrato temporaneamente alla ragazza da parte del servizio d'ordine per farle cancellare il video.