537 CONDIVISIONI
Covid 19
28 Aprile 2020
19:30

Salvini: ‘Cutolo non uscirà dal carcere’, ma l’avvocato del boss non conferma

L’annuncio del leader della Lega Matteo Salvini in diretta su Facebook non trova conferme nell’avvocato di Raffaele Cutolo, fondatore della ormai smantellata Nuova Camorra Organizzata. “Delle due l’una: O Salvini sta dicendo una sciocchezza, oppure è stato informato da qualcuno dell’ufficio di Sorveglianza quando ancora io non sono stato informato”.
A cura di Gaia Martignetti
537 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

"Negata l'uscita dal carcere a Raffaele Cutolo". Ad annunciarlo in pompa magna è Matteo Salvini in diretta dalla sua pagina Facebook. L'avvocato del fondatore di Nco, Gaetano Aufiero però, non conferma a Fanpage.it quanto dichiarato dal leader della Lega: «Sono le 19.00 e io non ho ricevuto nessuna notifica da parte del giudice. Essendo il magistrato, benché io non lo conosca, persona seria e perbene, come serio e perbene è tutto il personale di cancelleria dell'ufficio di Sorveglianza di Reggio Emilia, benché io non lo conosca, sono portato ad escludere che qualora il magistrato abbia emesso provvedimento di rigetto possa essere stato informato prima Salvini e non ancora l'avvocato. Io ad ora non ho ricevuto nessun provvedimento. Delle due l'una: O Salvini sta dicendo una sciocchezza, oppure è stato informato da qualcuno dell'ufficio di Sorveglianza quando ancora io non sono stato informato". Cosa che l'avvocato esclude, vista la delicatezza di provvedimenti del genere e la serietà dell'ufficio di Sorveglianza di Reggio Emilia, ripete più volte.

La richiesta era stata inoltrata all'ufficio di Sorveglianza di Reggio Emilia viste le delicate condizioni di salute di Raffaele Cutolo che hanno spinto il difensore dello storico capo di Nco a presentare istanza di sospensione esecuzione pena e applicazione dei domiciliari sulla scia di una nota del Dap che invitava le carceri a monitorare i detenuti con più di 70 anni e con determinate patologie, vista l'emergenza sanitaria che vive l'Italia in questo momento. L'istanza presentata dall'avvocato Aufiero si basa sul diario clinico del detenuto condannato in regime di 41 bis, che ha ormai 79 anni di cui 42 trascorsi in diverse carceri italiane. Attualmente Raffaele Cutolo è detenuto nel carcere di Parma.

537 CONDIVISIONI
32465 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni