Due gruppetti contrapposti hanno aspettato il vicepremier Matteo Salvini, che questa mattina è a Castelvolturno, in provincia di Caserta, per il Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica e per la conferenza stampa in cui verrà presentato il dossier annuale. In tutto una cinquantina di persone, si stanno fronteggiando davanti alla Scuola forestale dei carabinieri: da una parte ci sono i contestatori, a urlare "Buffone, buffone", dall'altra i contestatori, a rispondere "Salvini, Salvini". Ci sono stati momenti di tensione con le forze dell'ordine in seguito agli slogan contro il vicepremier ma i contestatori sono stati allontanati senza arrivare allo scontro. Nelle scorse ore era circolata la voce di una protesta da parte dei centri sociali, che stavano organizzando un presidio per accogliere Salvini a suon di gavettoni.

Come comunicato nei giorni scorsi dal Viminale, non ci saranno altri incontri pubblici: sono state annullate le tappe a Baia Domizia e il comizio precedentemente annunciato che si sarebbe dovuto tenere nella serata di oggi, 15 agosto, a Cellole. Probabilmente a far cambiare idea a Salvini, facendolo rinunciare alle manifestazioni – comizio soprattutto nel Sud Italia, gli eventi politici di questi giorni: l'apertura della crisi nel governo col Movimento 5 Stelle e le numerose manifestazioni che ci sono state contro il leader della Lega.

Contestato coi gavettoni e le pistole ad acqua

Nei giorni scorsi era circolata la voce di una protesta da parte dei centri sociali, che stavano organizzando un presidio per accogliere Salvini a suon di gavettoni. Tra i manifestanti di oggi c'è chi imbraccia una pistola ad acqua e, in attesa dell'arrivo del ministro dell'Interno, sono state già preparate decine di palloncini pieni di acqua. Alcuni palloncini sono stati lanciati dai contestatori contro il gruppo di leghisti arrivati per sostenere il vicepremier, che hanno risposto mostrando il dito medio.

Il Comitato ordine e sicurezza a Castel Volturno

Il vertice partirà alle ore 11 nella Scuola Forestale Carabinieri – Centro Addestramento di Castel Volturno, in viale delle Acacie n. 108. Al termine dell'incontro ci sarà una conferenza stampa; come ogni anno, dopo la riunione verrà pubblicato sul sito del governo (www.interno.gov) il bilancio di "Un anno al Viminale", coi dati delle principali attività del periodo tra il 1 agosto 2018 al 31 luglio 2019.

Salvini atteso al carcere di Poggioreale

Dopo la riunione a Castel Volturno, Salvini è atteso nel carcere di Poggioreale, dove si recheranno in visita, alle 13, il sottosegretario alla Giustizia, Jacopo Morrone, e il capo dipartimento dell'amministrazione penitenziaria, Francesco Basentini. Ci sarà un incontro con il direttore del carcere, Maria Luisa Palma, e il sostituto commissario coordinatore della polizia penitenziaria Savina D'Ambrosio. Dopo la visita ci sarà un pranzo con gli agenti della polizia penitenziaria. La presenza del ministro dell'Interno non è stata ancora confermata.