La stazione della Circumvesuviana di San Giorgio a Cremano, a partire dal 3 ottobre, non sarà più la stessa: tutti coloro che, quotidianamente, usufruiscono dei treni della linea potranno osservare – ed essere simbolicamente osservati – i volti di due grandi figli della cittadina in provincia di Napoli: Massimo Troisi e Alighiero Noschese, tra i più grandi interpreti della comicità italiana, al cinema e in televisione. Il progetto, voluto dal sindaco Giorgio Zinno e approvato e finanziato interamente dall'Eav, la società di trasporti che gestisce la Circum, è realizzato dal duo Rosk&Loste, che fanno parte di Inward, la comunità artistica che, tra le altre cose, ha realizzato il murales di Falcone e Borsellino a Palermo.

Troisi e Noschese, principi della risata all'italiana.

Mentre Massimo Troisi, l'indimenticato attore e regista autore di capolavori come "Il Postino" e "Ricomincio da 3" deve i natali proprio a San Giorgio a Cremano, Alighiero Noschese, imitatore, showman e mattatore della televisione italiana, nacque al Vomero, quartiere collinare di Napoli, ma è proprio a San Giorgio che veniva a rifugiarsi nei suoi periodi bui. I due grandi artisti sono legati anche da una morte prematura: mentre Troisi è scomparso all'età di 41 anni per problemi di salute legati alla sua patologia cardiaca, Noschese si è suicidato all'età di 47 anni.