Picchiava la moglie e le figlie, per questo un 43enne incensurato è stato arrestato a San Vitaliano, Comune della provincia di Napoli. Violenze consumate tra le mura domestiche che andavano avanti da mesi, tra percosse e umiliazioni. Secondo le informazioni apprese l'uomo, durante l'ultimo episodio di violenza, stava litigando con la moglie per motivi banali, per questioni legate a disaccordi familiari quando, improvvisamente, l'ha aggredita. La donna spaventata del comportamento fuori controllo del marito, ha cercato di chiamare i carabinieri. A quel punto il 43enne è andato su tutte le furie e l'ha assalita di nuovo, afferrandola per il collo, come se volesse strangolarla.

Arrestato marito violento

A dare l'allarme sono stati i vicini di casa che, preoccupati per le urla che sentivano provenire dall'abitazione, hanno chiamato i carabinieri. Sul posto sono intervenuti i militari della Stazione di San Vitaliano, che hanno fatto irruzione all'interno dell'abitazione. Quando sono entrati dentro la casa l'uomo era ancora visibilmente agitato e mostrava un comportamento aggressivo. I carabinieri lo hanno bloccato, impedendogli di fare ulteriormente male alla moglie e lo hanno arrestato. Per lui sono scattate le manette, portato in carcere, dovrà rispondere dell'accusa di maltrattamenti in famiglia. I militari hanno poi ascoltato in caserma la moglie e le figlie adolescenti, visibilmente provate da quanto accaduto, che come è emerso da ulteriori accertamenti, è stato solo l'ultimo di una lunga serie di episodi di violenza. Le figlie dell'aggressore hanno infatti raccontato ai militari che il padre le picchiava e insultava da mesi.