Luigi De Magistris in piazza con il movimento delle Sardine il prossimo 30 novembre in piazza Dante? Per ora è solo un'ipotesi. Il sindaco di Napoli, infatti, pur apprezzando il movimento, ha preferito non sbilanciarsi su una sua possibile presenza nella centralissima piazza partenopea che ospiterà per il prima volta il raduno del movimento in città, pur spiegando che se deciderà di esserci, lo farà in qualità di semplice cittadino e non di rappresentante dell'amministrazione comunale di Palazzo San Giacomo. De Magistris lo ha spiegato ai cronisti che gli chiedevano di commentare le recenti dichiarazioni di Salvini e, soprattutto, che gli chiedevano un parere sul movimento delle Sardine stesso.

De Magistris: "Se sarò in piazza, non lo sarò da sindaco"

"Io ho sempre apprezzato i movimenti, quando sono caratterizzati da idee, passione, spontaneismo e autonomia", ha spiegato De Magistris, che ha poi aggiunto come si tratti di un "fenomeno interessante e che mi auguro resti spontaneo, di testa e di cuore, e che nessuno ci metta il cappello sopra". Incalzato dai cronisti che gli chiedevano di una sua eventuale partecipazione alla manifestazione prevista per sabato 30 novembre alle 19 in piazza Dante, il sindaco di Napoli ha quindi spiegato che in questi casi preferisca "non annunciare la mia eventuale presenza. So quanto possa essere ingombrante la presenza di una persona che ricopre il ruolo di sindaco e che fa politica a livello nazionale. Se decido di partecipare", ha quindi chiosato De Magistris, "sarò una persona come tante, e non parteciperò certo da sindaco".

La Lega Giovani Napoli: "Invece di perdere tempo, amministri la città"

Dura replica da parte del coordinatore della Lega Giovani di Napoli, Francesco Gazzerino, che dopo le parole del sindaco De Magistris ai cronisti ha spiegato "il Sindaco, invece di continuare a perdere tempo, dovrebbe dedicarsi di più ad amministrare questa città. Forse ha dimenticato tutte le problematiche e le criticità che rimangono ancora insolute e che questa amministrazione non riesce ad affrontare in modo risolutivo". Gazzerino ha anche attaccato il movimento delle sardine, definendole "una nuvola senza cervello che fa opposizione all'opposizione con i soliti slogan politici privi di contenuti, così come la politica portata avanti da De Magistris negli ultimi 8 anni.