Novità sulla vicenda della neonata nata già morta, nella notte di domenica, all'ospedale Martiti del Villa Malta di Sarno, in provincia di Salerno. La Procura di Nocera Inferiore, titolare dell'inchiesta, ha fatto sapere di aver iscritto 11 persone tra medici e infermieri del nosocomio del Salernitano, nel registro degli indagati. Sul corpo della piccola la Procura ha disposto l'autopsia per accertare le cause della morte: sarà proprio il responso del medico legale a fare luce sulla vicenda e ad indirizzare le indagini.

La rabbia della famiglia alla notizia della morte della bimba.

Il caso aveva suscitato clamore perché, alla notizia della morte della piccola, i suoi familiari avevano reagito con rabbia e con violenza. Entrati nel blocco operatorio dell'ospedale, i parenti della bimba – nata già morta dopo il parto cesareo a causa di morte intrauterina di feto a termine – avevano sfasciato le stanze del reparto e aggredito verbalmente e fisicamente il personale medico. Il padre della bimba, accecato dalla rabbia, aveva anche aggredito a calci e pugni il ginecologo di fiducia della moglie. A calmare gli animi sono intervenuti gli agenti della Polizia di Stato, che hanno raccolto anche la denuncia della famiglia della piccola deceduta.