Sciopero di 24 ore per il trasporto pubblico di Napoli: l'agitazione, proclamata dalle sigle sindacali Oss Faisa Confail, Orsa e Usb, riguarderà soprattutto l'Azienda Napoletana Mobilità e dunque autobus cittadini, Linea 1 della metropolitana e funicolari (Centrale, Chiaia, Montesanto, Mergellina). Possibili disagi in vista della partita di Champions League prevista per le 18.55 allo Stadio San Paolo di Fuorigrotta. Già comunicate tutte le fasce di garanzia da parte dell'Anm stessa per bus, funicolari e metropolitana.

Si fermano bus, funicolari e Linea 1 della metro

Stop per 24 ore agli autobus, le funicolari ed alla Linea 1 della metropolitana: in pratica, tutti i servizi gestiti dall'Azienda Napoletana Mobilità. Regolare la situazione per Circumvesuviana, Circumflegrea e Circumvesuviana, gestite dall'Ente Autonomo Volturno. Regolare anche la Linea 2 della metropolitana e i servizi provinciali e regionali. A incrociare le braccia, i lavoratori del capoluogo partenopeo, con disagi per il trasporto pubblico durante l'intero arco della giornata.

Sciopero 10 dicembre, gli orari delle fasce garantite

Per il trasporto su gomma degli autobus, il servizio è garantito dalle ore 5.30 alle ore 8.30 e dalle ore 17 alle ore 20. Le partenze verranno effettuate mezz'ora prima dell'inizio dello sciopero e mezz'ora dopo la fine dell'agitazione. Per quanto riguarda la Linea 1 metropolitana, queste le fasce di garanzia: la prima corsa da Piscinola verrà effettuata alle ore 6.40 e da Garibaldi alle ore 7.20, mentre l'ultimo treno da Piscinola partirà alle 9.14 e da Garibaldi alle 9.18. Durante la fascia pomeridiana il servizio riprende da Piscinola alle ore 17.11 e da Garibaldi alle 17.51, mentre l'ultima partenza è prevista per le 19.44 e le 19.48 rispettivamente da Piscinola e Garibaldi. Queste le fasce di garanzia per le Funicolari: l'ultima corsa garantita per le 4 funicolari cittadine (Centrale, Chiaia, Montesanto e Mergellina) è alle ore 9.20. La fascia pomeridiana di garanzia, invece, riprende con la prima corsa delle ore 17, mentre l'ultima corsa è prevista alle 19.50.

Lo sciopero nel giorno della Champions League

Possibili disagi per chi vorrà spostarsi soprattutto verso Fuorigrotta in occasione del match tra Napoli e Genk, valido per la sesta ed ultima giornata della fase a gironi della UEFA Champions League 2019/2020. Con il calcio d'inizio fissato per le 18.55 ed uno sciopero previsto per 24 ore, non sarà possibile raggiungere lo Stadio San Paolo con i consueti mezzi di trasporto. Tuttavia, sarà possibile utilizzare la Cumana o la Linea 2 della metropolitana, visto che lo sciopero riguarderà esclusivamente le linee gestite dall'Azienda Napoletana Mobilità e non quelle di Ente Autonomo Volturno e degli altri enti.

Le richieste dei lavoratori

Tra le motivazioni alla base dello sciopero indetto per domani dalle sigle sindacali Oss Faisa Confail, Orsa e Usb, ci sono le vertenze relative alla riorganizzazione del lavoro ed i miglioramenti economici per gli operatori che lavorano nel settore dei trasporti di superficie, funicolari e metropolitane, ma anche lo  sblocco del Premio di risultato e la disciplina della mobilità interna del personale.