Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

È morta in ospedale, un giorno dopo il ricovero, Carmela Di Maio, la 79enne rimasta gravemente ustionata mentre usava il barbecue nella sua casa di Brusciano, in provincia di Napoli. I medici hanno fatto il possibile per tenerla in vita, ma le ferite riportate erano troppo gravi. L'incidente risale a ieri, 10 luglio. Anche il figlio è rimasto ferito il figlio nel tentativo di aiutarla ed è stato ricoverato in ospedale ma non sarebbe in pericolo di vita.

Per la ricostruzione della dinamica sono ancora in corso accertamenti ma, stando a quanto ricostruito dalle forze dell'ordine, intervenute nell'appartamento di Brusciano e successivamente in ospedale, l'incidente è avvenuto mentre la 79enne stava cucinando delle pietanze sul barbecue. Sarebbe stata avvolta dalle fiamme all'improvviso, forse per colpa di una fiamma di ritorno. Il figlio, anche lui presente in casa, sarebbe immediatamente intervenuto e nel tentativo di salvare la madre si sarebbe a sua volta ferito. Sulla dinamica ci sono ancora in corso accertamenti.

La donna aveva in mano una bottiglia di alcol, che presumibilmente stava usando per alimentare il fuoco, e proprio questo potrebbe essere stato la causa dell'incidente: una fiamma potrebbe avere raggiunto il contenitore mentre il liquido veniva versato, facendolo esplodere e facendo così schizzare l'alcol in fiamme sul corpo dell'anziana.

I due sono stati trasportati d'urgenza in ospedale, dove la 79enne è arrivata in condizioni molto gravi; durante la visita di controllo sono state evidenziate ustioni profonde in vaste aree del corpo. I medici hanno tentato di stabilizzare le sue condizioni, ma il suo cuore ha smesso di battere poche ore dopo.