Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Ferisce il capotreno a bordo della Circumvesuviana con una testata al volto, ma non viene arrestato perché "manca la flagranza". È la denuncia di Umberto De Gregorio, presidente del consiglio d'amministrazione dell'Ente Autonomo Volturno che gestisce la linea. L'episodio è accaduto domenica, attorno alle 17.10 a Sorrento. Stando a quanto riportato da De Gregorio, una persona ha provato a passare senza biglietto ai tornelli presenti in stazione, trovando però il capotreno che lo aveva bloccato.

L'uomo però, tutt'altro che intimorito, ha reagito rifilando una testata in pieno volto al capotreno, con una sospetta frattura scomposta al setto nasale e tanto sangue perso. L'uomo è stato subito dopo fermato ed identificato dalle forze dell'ordine, ma non è stato arrestato: questo perché non c'è stata la flagranza di reato. Una beffa insomma per il capotreno, e così Umberto De Gregorio ha già spiegato che "l'Ente Autonomo Volturno si costituirà parte civile" nella denuncia ai danni dell'uomo.

"Un forte abbraccio al nostro capotreno Michele a cui ieri stesso ho telefono per informarmi sul suo stato di salute", ha poi aggiunto Umberto De Gregorio, "Un altro eroe involontario di questa guerra quotidiana contro il vandalismo e l’inciviltà diffusa". La vicenda ha avuto anche un altro risvolto: il capotreno aggredito, infatti, avrebbe dovuto guidare un treno straordinario per condurre i passeggeri da Sorrento a Napoli, ma a causa dell'aggressione subita, "il treno è stato soppresso con conseguenti disagi per tutti", ha spiegato Umberto De Gregorio.