Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Si introduce nell'abitazione della fidanzata in piena notte, minacciandola di morte assieme alla madre se non gli avesse dato dei soldi. Ma la giovane riesce ad avvisare la polizia, che interviene sul posto e lo arresta per maltrattamenti in famiglia e lesioni. L'episodio, l'ennesimo di violenza contro una donna, è accaduto a Forio d'Ischia. Protagonista della vicenda D.M., un ventiduenne casertano già noto alle forze dell'ordine e portato nel carcere di Poggioreale, in attesa dell'udienza di convalida da parte del giudice per le indagini preliminari. La fidanzata è stata invece portata al pronto soccorso, dove le sono state riscontrate contusioni all zona addominale, dovute ai calci del giovane durante l'aggressione.

Secondo quanto ricostruito finora, il giovane si sarebbe introdotto in casa della fidanzata di prepotenza, sfondando la porta d'ingresso. A quel punto, ha iniziato a minacciare la ragazza e la madre, intimando loro non solo di non chiamare la polizia, ma minacciandole di morte, arrivando anche a colpirla con un calcio all'addome. Non pago, avrebbe chiesto alcune centinaia di euro alla fidanzata, terrorizzata come la madre dal comportamento del fidanzato. Approfittando di qualche istante di relativa calma, con il giovane che si era seduto sul divano, la fidanzata è riuscita così a chiamare il 112, chiedendo l'immediato intervento delle forze dell'ordine. All'arrivo degli agenti, il ventiduenne casertano ha tentato la fuga, ma è stato bloccato in strada dai poliziotti. Deve rispondere adesso di maltrattamenti in famiglia e lesioni, e si trova adesso nel carcere napoletano di Poggioreale.