Ciro Rigione.
in foto: Ciro Rigione.

Operazione al cuore per il cantante neomelodico Ciro Rigione, conosciuto popolarmente come Ciro Ricci. Operazione che è riuscita perfettamente, come ha fatto sapere il cantante stesso, che dunque a breve riprenderà anche la propria attività musicale. Lo ha raccontato lo stesso Ciro Rigioneintervenuto su Radio Marte ospite del programma radiofonico La Radiazza, condotto da Gianni Simioli. Ciro Rigione era stato colpito dal malore sabato sera, dubito dopo la partita tra Fiorentina e Napoli. Quindi, la corsa in ospedale e l'operazione al cuore per rimuovere un trombo di quattro centimetri ad un'arteria coronaria.

Tutto risolto, per fortuna, come spiegato dallo stesso artista napoletana, che tra i suoi successi storici annovera "Chillo va pazzo pe te", un vero e proprio tormentone negli anni Novanta e che venne scelto come colonna sonora del film “Pianese Nunzio 14 anni a maggio” di Antonio Capuano, che fu anche in concorso al “Festival del cinema di Venezia” del 1996. "Mentre guardavo il Napoli sabato sera mi è arrivata questa botta pazzesca, ed alle dieci di sera mi sono ritrovato in sala operatoria", ha spiegato Ciro Rigione intervenuto in radio per tranquillizzare i fan.

"Ho avuto dolori allo stomaco e al petto durante la partita, tanto che mia moglie mi ha rimproverato perché mi agito troppo quando vedo il Napoli", ha aggiunto ancora il cantante. Che spiega che poi, a gara finita, i dolori non passavano. E così, la decisione di correre in ospedale, dove è stato operato al cuore. Ma ora, la paura è passata: "I medici mi hanno detto che posso riprendere la mia attività, devo solo condurre una vita più tranquilla e stare attento all'alimentazione", ha quindi aggiunto Ciro Rigione. Che poi conclude spiegando di voler realizzare una campagna informativa per sensibilizzare le persone verso la prevenzione.