Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Circa un quintale di pane è stato sequestrato dal Nas in uno stabilimento balneare di Vico Equense, in provincia di Napoli, e il deposito di una gelateria è stato chiuso a Sorrento, nell'ambito dei controlli predisposti dal gruppo speciale dei carabinieri tra le attività commerciali, di ristorazione e ricettive nei luoghi turistici. I militari hanno proceduto coi controlli nei settori dell'alimentazione e del rispetto delle norme sui locali, ispezionando alcune attività delle popolari località della Penisola Sorrentina, in questi giorni gremita di turisti.

Nello stabilimento balneare di Vico Equense i carabinieri hanno trovato e esaminato circa 100 chili di saltimbocca, che venivano usati per preparare i panini da servire alla clientela. Il problema, ancora una volta, è stato nella tracciabilità: il pane era privo di etichettatura e il titolare, che non era in possesso delle certificazioni, non ha potuto dimostrarne la provenienza per far accertare che fosse prodotto e distribuito secondo le norme.

Nella stessa struttura i Nas hanno poi provveduto alla chiusura di un deposito di alimenti "fantasma": il locale non era registrato per l'effettivo utilizzo che ne veniva fatto, non aveva quindi le autorizzazioni e, durante il controllo, è stato accertato che non rispettava i requisiti minimi igienico sanitari, non potendo quindi assicurare la corretta conservazione degli alimenti.

In una gelateria di Sorrento, in via Marziale, i militari hanno disposto lo stesso provvedimento per il deposito: anche in questo caso è stato accertato che il deposito, usato per stipare gli alimenti, non era adeguato sotto il profilo igienico e sanitario e non era autorizzato.