Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Da quando è attivo il Reddito di cittadinanza non sono mancate, soprattutto al Sud Italia, dove maggiori sono i percettori, notizie circa l'uso improprio dell'assegno, il cui obiettivo sarebbe in teoria quello di sostegno al reddito delle famiglie sotto il livello di povertà. Ma in questa  vicenda c'è ben altro. Una storia di violenza sulle donne, di ludopatia e di tossicodipendenza quella che arriva da Terra di Lavoro: in provincia di Caserta è stato arrestato un 44enne di Lusciano per i reati di maltrattamenti in famiglia ed estorsione. Il provvedimento eseguito dalla polizia del commissariato di Aversa, stato emesso dal Gip del Tribunale di Napoli Nord su richiesta della Procura diretta da Francesco Greco. La situazione di violenza tra le mura domestiche andava avanti da tempo, anche alla presenza del figlio minore della coppia.

La donna aveva denunciato l'uomo per la prima volta nel giugno dello scorso anno, ma poco dopo aveva ritirato la denuncia con la speranza che il compagno si calmasse e le cose potessero cambiare. Ma invece nulla è migliorato, anzi l'uomo, come spesso accade in questi casi, ha aumentato la sua aggressività, colpendo più volte con calci e pugni la compagna, che è dovuta ricorrere a cure mediche. Le denunce e le segnalazioni sono quindi diventate numerose, e la vicenda, rientrando tra le situazioni da codice rosso, è stata trattata con la massima velocità, portando all'emissione dell'ordinanza di custodia cautelare in carcere.