Il Governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ha annunciato al termine della "cabina di regia" sulle Universiadi 2019 di aver "preso e formalizzato una decisione importante", e cioè che "destiniamo allo stadio San Paolo venti milioni di euro per rifarlo completamente. Concorderemo con il Calcio Napoli i tempi di realizzazione degli interventi in correlazione con l'attività agonistica, però è un investimento importante".

Sono dunque stati dirottati sull'impianto di Fuorigrotta i quindici milioni di euro che inizialmente erano stati destinati allo stadio Arturo Collana che si trova al Vomero, che ora è stato dato in gestione ad una società privata e che dunque non fa più parte degli impianti che ospiteranno il prossimo anno le Universiadi. Con questo maxi-investimento, sono in programma il completamento del rifacimento della pista di atletica (i cui lavori sono già in corso), l'aggiunta di un'illuminazione ad hoc della stessa, i sediolini ed i servizi igienici. Verranno inoltre aggiunti due maxi-schermi che, una volta terminate le Olimpiadi, resteranno montati regolarmente e verranno dunque usati anche durante le partite del Calcio Napoli.

L'Agenzia Regionale Universiadi ha anche assicurato che per l'esordio casalingo del Napoli per la stagione 2018/2019, ovvero sabato 25 agosto per l'anticipo della seconda giornata della Serie A Tim contro il Milan, in programma alle 20.45, i lavori saranno ultimati. Entro quella data sarà completato anche il tappetino bituminoso sulla pista atletica, che resterà così fino ad aprile 2019, quando invece verrà posata la pista atletica per le Universiadi.