Ancora spari nella notte, ancora due "stese", nel centro storico di Napoli. Qualcuno ha aperto il fuoco sui palazzi a vico Pallonetto a San Liborio, nel cuore dei Quartieri Spagnoli. Erano tra le 4 e le 5 del mattino quando i residenti sono stati svegliati dai colpi di arma da fuoco, che fortunatamente non hanno provocato vittime. Alcuni dei proiettili sparati però hanno colpito un tubo del gas e una caldaia, provocando l'incendio di un appartamento.

Decine le persone in strada in attesa che sul posto arrivassero vigili del fuoco e forze dell'ordine. L'area è stata transennata e, solo l'intervento tempestivo dei pompieri ha evitato che la fuga di gas e l'incendio provocassero danni peggiori. I carabinieri hanno proceduto con l'estrazione dei proiettili da porte e muri, per farli analizzare e repertare dalla scientifica.

Stesa a San Giovanni: esplosi circa 30 colpi di pistola.

Quella ai Quartieri Spagnoli non è stata l'unica dimostrazione di forza perpetrata dalla camorra nella notte a Napoli. A San Giovanni a Teduccio, periferia Est della città, in via Ravello, un uomo ha allertato le forze dell'ordine, riferendo di una stesa in corso: il vetro del balcone della sua abitazione è stato colpito da un proiettile, ma per fortuna nessuno è rimasto ferito. Sul posto sono arrivati gli agenti della Polizia di Stato, che indagano sull'accaduto: per strada sono stati rinvenuti bossoli calibro 9×19.

Agguato ad Afragola: pregiudicato in fin di vita.

Nel pomeriggio di ieri ad Afragola, nell'hinterland napoletano un uomo di 55 anni, è stato vittima di un agguato. Colpito da diversi colpi d'arma da fuoco è ricoverato all'ospedale Cardarelli in fin di vita. Erano circa le 17.30 quando il pregiudicato, mentre camminava nel Rione Salicelle, è stato raggiunto da diversi colpi d'arma da fuoco.