I libri della figlia Melissa donati alla biblioteca scolastica. Il gesto del padre della giovane studentessa salernitana morta lo scorso 7 ottobre in aula è stato comunicato dalla Biblioteca Genovesi-Da Vinci di Salerno. "Con commozione abbiamo avuto l’onore di ricevere, dal suo papà, in donazione i libri di scuola appartenuti a Melissa", ha fatto sapere la biblioteca stessa attraverso i propri profili social. Su alcuni di essi c'è ancora il suo nome, scritto dalla giovane ad inizio anno scolastico. La vicenda della morte della piccola Melissa ha sconvolto nei giorni scorsi tutta la comunità di San Mango Piemonte, nel Salernitano.

Ai suoi funerali, svoltisi lo scorso 10 ottobre, aveva partecipato tutta la città. All'esterno dell'abitazione in cui la giovane Melissa La Rocca viveva con la famiglia erano stati affissi striscioni e fotografie della giovane, diventando un vero e proprio punto di pellegrinaggio per tutti, che si sono stretti attorno alla famiglia. Intanto, sono già giunti i primi risultati dell'autopsia sul corpo della sedicenne salernitana: dagli esami approfonditi, oltre a confermare che la morte della ragazza è dovuta al cuore, non hanno ancora chiarito le esatte cause, ma secondo i genitori della ragazza, Melissa potrebbe essere stata uccisa dalla Sindrome di Brugada, la stessa che ha ucciso il calciatore Davide Astori. Anche il nonno della giovane era morto quando aveva soli quarant'anni per un problema al cuore. Ma per avere la certezza e mettere la parola fine a questa vicenda, bisognerà attendere ancora qualche giorno, quando cioè saranno terminati gli esami strumentali.