Seicento euro di scatolette, prese dagli scaffali, infilate a forza negli zainetti e caricate in automobile. Il tempo di caricare, scaricare tutto in auto e poi tornavano dentro, per prendere altra roba. Un furto fotocopia, simile a quelli avvenuti in altri punti vendita della stessa catena, che stavolta era stato messo a segno nel Carrefour di via Morghen, al Vomero e che sarebbe filato liscio se qualcuno non si fosse accorto  di quei quattro ragazzi che, nel cuore della notte, si mettevano d'accordo su come muoversi una volta entrati nel supermercato.

Il furto mandato a monte risale alla notte scorsa, quella tra domenica e lunedì. È stato sventato grazie alla segnalazione di un passante che ha notato, davanti al Carrefour, una Panda nera con dentro quattro giovani che parlottavano. Erano due ragazzi e due ragazze. La circostanza sospetta, comunicata agli agenti in servizio in piazza Vanvitelli, è stata segnalata agli agenti dell'Unità Operativa Vomero della Polizia Locale, guidata dal capitano Gaetano Frattini, e subito è stata inviata una pattuglia davanti al supermercato per controllare.

All'arrivo dei poliziotti, il parapiglia: il conducente dell'automobile, poi identificato in A. P., 28 anni, napoletano di Porta San Gennaro a Foria, ha cercato subito di scappare. Con la macchina piena di refurtiva ha percorso ad alta velocità via Morghen, infilandosi poi in via Bonito. Sono riusciti a bloccarlo in via Scarlatti e hanno perquisito la vettura: c'erano 600 euro di scatolame; nell'abitacolo sono stati trovati anche numerose carte di credito, carte poste pay, documenti di identificazione e un telefono cellulare. Il ragazzo, che è risultato avere precedenti per rapina, furto e oltraggio, e sprovvisto di patente di guida, è stato arrestato per furto mentre sono in corso le indagini per risalire ai tre complici.

Successivamente gli agenti, esaminando le telecamere del Carrefour, hanno scoperto il modus operandi della banda: in tre si aggiravano tra gli scaffali con degli zainetti schermati, che oscuravano i codici dei prodotti impedendo all'allarme di suonare. Gli zaini non sono stati recuperati, probabilmente li avevano i complici che, all'arrivo delle forze dell'ordine, si sono dileguati. La Fiat Panda, in regola e assicurata, è risultata essere di proprietà della nonna del 28enne; l'automobile era stata già segnalata perchè da circa due mesi era stata notata nei pressi dei supermercati Carrefour del Vomero dove c'erano stati dei furti.