All'ospedale San Giuliano di Giugliano in Campania, una struttura ospedaliera che serve centinaia di migliaia di persone (la sola Giugliano conta oltre 120mila residenti) da oggi potrà contare su una nuova Tac, tomografia assiale computerizzata ad alta definizione. Il macchinario per la diagnosi è stato installato nei giorni scorsi. Si tratta – spiega l'azienda sanitaria locale competente, la Napoli 2 – di una nuova apparecchiatura a 64 slices che permetterà di effettuare esami diagnostici più velocemente e con una maggiore accuratezza ed efficienza.

Le Tac in provincia di Napoli

L'installazione della nuova Tac ha previsto un investimento di oltre 350.000 euro e rientra nel piano di riammodernamento delle grandi apparecchiature medicali. Il tutto si inscrive in un piano triennale portato avanti dall'Asl Napoli 2 Nord. Al termine di tale percorso tutti gli ospedali dell'Azienda Sanitaria potranno contare su Tac di ultima generazione ad alta o altissima definizione. Oltre alla Tac di Giugliano sono già state sostituite le Tac di Pozzuoli – per la prima volta nel Meridione è stata installata una macchina 128 slices a doppio tubo di ultimissima generazione – e Procida, presso il cui ospedale è stata allestita la prima Tac dell'isola. Entro ottobre, invece, saranno sostituite le Tac in uso all'ospedale San Giovanni di Dio di Frattamaggiore e al Rizzoli di Ischia. Alla fine del percorso di sostituzione delle Tac, tutte le macchine saranno in rete, così da garantire consulenze neurochirurgiche a distanza su tutto il territorio aziendale, senza la necessità di dover spostare il paziente.