Finalmente pronti gli alloggi per i cittadini di Ischia sfollati dopo il terremoto del 21 agosto 2017. Dopo poco più di due anni, a Casamicciola Terme saranno riconsegnati domani, sabato 9 novembre, gli edifici ristrutturati e tornati agibili. Migliorata anche la classe sismica (passata da un misero "F" ad un perfetto "A"), finalmente gli sfollati potranno tornare nei loro appartamenti e riprendere la vita di sempre.

All'evento, oltre a David Lebro presidente dell'Acer (Agenzia Campana per l'Edilizia Residenziale), ci sarà anche Fulvio Bonavitacola, vice-presidente della Giunta Regionale della Campania, Bruno Discepolo, assessore regionale all'Urbanistica, e Giovan Battista Castagna, sindaco di Casamicciola. L'appuntamento è al numero 49 di via Castanito, dove si trova l'edificio che venne sgomberato due anni fa dopo il terremoto. Sei gli alloggi all'interno, dichiarati inagibili e che videro sgomberate le famiglie, già evacuate subito dopo il terremoto. Oltre alla ristrutturazione dell'interno edificio, sono stati completati anche i singoli alloggi, che dunque saranno perfettamente pronti per ospitare nuovamente le famiglie al suo interno. "Grazie ad un responsabile senso istituzionale del personale tecnico di questa Agenzia, nel più breve tempo possibile è stato pienamente ripristino l’edificio", ha spiegato David Lembro, presidente di Acer. Il terremoto del 21 agosto 2017, di 4.0 di magnitudo, causò 2 morti, 42 feriti e 2.630 sfollati sull'Isola Verde, ed oltre a durare più di cinque secondi, venne avvertito distintamente anche sulla terraferma, ed in particolare sulla costa del litorale flegreo.