Una scossa di terremoto di magnitudo 3.2 della scala Richter è stata registrata alle ore 23.50 di ieri, giovedì 11 luglio tra le province di Salerno e Potenza, proprio al confine fra Basilicata e Campania. I rilevamenti dei sismografi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), riferiscono che il sisma ha avuto ipocentro a 21 km di profondità ed epicentro a 3 km da Satriano di Lucania (Potenza) e 9 km da Caggiano (Salerno). Non si segnalano danni a persone o cose, ma il terremoto è stato avvertito da quella parte di popolazione che era vicina all'epicentro, inevitabili i commenti sui social che testimoniano dell'avvenuto evento.

La zona al confine fra Campania e Lucania è fortemente sismica su tutto il versante al confine della provincia di Salerno. Nel corso degli anni più volte si sono verificati eventi tellurici anche di entità più elevata. Nei confini della Campania avvertito anche ad Atena Lucana, Polla e Pertosa. Comunque la relativamente bassa magnitudo e durata dell'evento tellurico ne hanno fatto di un evento fortunatamente non distruttivo, per cui non ci sono danni a persone segnalati al momento né danni a cosa o cedimenti di entità tale da determinare allarme.