19 Maggio 2015
23:14

Tony Tammaro attacca “The Voice”: “Si può essere artisti senza questo lurido talent”

Tony Tammaro in un’invettiva inedita contro “The Voice of Italy”, lui che è un personaggio lontano da queste polemiche, non ha retto: “Povero me che da anni vado predicando, senza essere ascoltato, che si può essere artisti anche senza passare le forche caudine di un lurido talent show”. Standing ovation per lui su Facebook.
A cura di Redazione Napoli

"Povero me che da anni vado predicando, senza essere ascoltato, che si può essere artisti anche senza passare le forche caudine di un lurido talent show". Tony Tammaro conclude così un lungo sfogo contro "The Voice of Italy", lui che è un personaggio nuovo a queste polemiche, perché di solito lascia parlare la demenziale e pungente ironia delle sue canzoni. E invece questa volta non ha retto e, proprio mentre su Rai Due va in onda la diretta della semifinale del talent che, puntata dopo puntata, è crollato a picco negli ascolti, scrive un lungo post su Facebook:

Conati di vomito trattenuti a stento. Accendo la TV dopo mesi che non lo facevo. Il programma si chiama: "The Voice of Italy". Ex divi chiamati "coach" presentano giovani "grintosi e cazzuti" che si danno battaglia per un posto nel "dorato mondo dello spettacolo". Finto buonismo intermezzato da "proposte commerciali" più o meno occulte. Gente che trema in attesa di un verdetto. Il verdetto che puó far scansare a ognuno di questi giovani lecchini, perché di lecchini si tratta, un destino da "persona normale", magari con un lavoro normale, una famiglia, dei figli. Provo pena immensa per loro, per i "coach", per i telespettatori, per il pubblico che applaude a comando. Povera la mia Patria costruita con il sudore e i sacrifici dei nonni, poveri i giovani che credono nella "competizione canora" come scorciatoia per attraversare la vita e povero me che da anni vado predicando, senza essere ascoltato, che si può essere artisti anche senza passare le forche caudine di un lurido talent show.

Tony Tammaro, all'anagrafe Vincenzo Sarnelli, ha pubblicato il suo ottavo disco di inediti proprio questo mese, "Tokyo Londra Scalea", presentato in anteprima al Napoli Comicon 2015.

“Essere disoccupati a 20 anni fa schifo, sono un peso: ho perso il conto delle candidature inviate”
“Essere disoccupati a 20 anni fa schifo, sono un peso: ho perso il conto delle candidature inviate”
9 di Videonews
"Dovete visitare prima me", e prova a sfondare una porta urlando contro altri pazienti
Dagli sfollati di Ischia lettera a Mattarella e Meloni:
Dagli sfollati di Ischia lettera a Mattarella e Meloni: "Servono più soldi per mettere in sicurezza l'isola"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni