In vacanza alle Maldive e in Polinesia, hanno pensato di tornare a casa con un souvenir, portando con sé coralli e conchiglie, specie in via d'estinzione e per questo sottoposte e stretti protocolli: per questo, due turisti napoletani sono stati multati all'aeroporto di Capodichino. Tornati dalle destinazioni esotiche, i due – un 25enne e un 32enne – sono stati sottoposti a controlli dai militari della Guardia di Finanza in servizio nello scalo aereo partenopeo e dagli uomini della Sezione Operativa Territoriale dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Nella valigia di uno dei due, proveniente dalla Polinesia dopo aver fatto scalo a Monaco, sono stati trovati tre pezzi di corallo e una conchiglia; nel bagaglio dell'altro, proveniente dalle Maldive via Roma, invece sono stati rinvenuti altri tre pezzi di corallo. I sei pezzi sono appartenenti all'ordine pocillopora spp e acropora spp, mentre la conchiglia è del genere tridacne spp.

Sia gli esemplari di corallo che la conchiglia sono stati posti sotto sequestro, in quanto appartenenti a fauna e flora selvatiche in via di estinzione. Secondo quanto stabilisce la Convenzione di Washington, infatti, tutti gli esemplari erano sprovvisti della documentazione d'importazione Cites prevista dalla legge. A entrambi i turisti, è stata elevata una multa di 5mila euro. Quotidianamente, vengono eseguiti controlli nei confronti di passeggeri e merci in arrivo e in partenza dallo scalo del capoluogo campano per contrastare il commercio di specie in via di estinzione.