Novità a bordo degli autobus del trasporto pubblico partenopeo, dove verranno installati (seppur in via sperimentale) dei tornelli a bordo dei veicoli, per limitare ulteriormente il fenomeno dei "portoghesi" che non pagano il biglietto. L'iniziativa è stata promossa dall'Ente Autonomo Volturno, che per ora ha annunciato che l'esperimento sarà limitato e riguarderà soltanto sei autobus in servizio in città a Castellammare di Stabia: i tornelli di bordo, hanno spiegato dall'Ente Autonomo Volturno, sono stati collocati subito dopo il posto di guida dell'autista, all'altezza dell'obliteratrice dei biglietti. Il funzionamento è particolarmente semplice: quando il passeggero oblitera il biglietto, i tornelli si sbloccano, permettendo così di accedere ai posti a sedere e nel corridoio. Provando invece a forzare il varco, si azionano i dispositivi ottici ed acustici nella postazione del conducente, segnalando dunque il tentativo di acceso "malevolo". Per quanto riguarda invece l'accesso agli autobus per i disabili, anche questo sarà garantito: per loro, l'entrata nell'autobus è quella centrale. Gli autobus prescelti sono quelli del servizio autobus di Castellammare di Stabia: una scelta non casuale, visto che gli stabiesi sono considerati tra i più "virtuosi" in tema di pagamento del biglietti, con il fenomeno dei portoghesi molto basso. Ma entro pochi mesi si tireranno le somme. Qualora i risultati saranno positivi, il servizio verrà esteso anche sugli altri autobus del servizio urbano, come spiegato da Umberto De Gregorio, presidente del consiglio di amministrazione dell'Ente Autonomo Volturno.