Un 52enne di Torre Annunziata, bidello in una scuola del comune alle porte di Napoli, è stato arrestato dai carabinieri per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti: in un vano segreto ricavato dietro a un muro nascondeva circa un chilo e 700 grammi di marijuana e 150 euro in contanti, ritenuti proventi della vendita di droga. Il controllo è scattato durante indagini sul territorio con servizi mirati al contrasto al narcotraffico.

I carabinieri della stazione locale, insieme a quelli del Nucleo Cinofili, hanno effettuato una ispezione all'interno dell'abitazione del 52enne, dove ritenevano ci fosse nascosta della droga. I cani hanno cominciato a fiutare e si sono fermati davanti a un armadio, puntando con insistenza col naso verso il mobile. Così i militari hanno scoperto che dietro quel mobile si nascondeva una sorta di passaggio segreto: facendolo ruotare su un asse si accedeva a una stanza nascosta, dove erano custoditi la marijuana e i soldi; sotto sequestro un chilo e 700 grammi di marijuana, divisa in varie bustine e confezioni sottovuoto, e 150 euro in contanti.

L'uomo era stato già controllato nei giorni scorsi e aveva mostrato un eccessivo nervosismo, particolare  che aveva insospettito le forze dell'ordine che così sono arrivate fino alla sua abitazione. Il collaboratore scolastico, tratto in arresto, è stato rinchiuso in carcere in attesa del processo. Indagini sono in corso per individuare eventuali complici e le modalità con cui l'uomo si riforniva di stupefacenti, che sarebbero stati acquistati probabilmente online; non risultano al momento collegamenti con la malavita organizzata locale.