Infezioni da vermi, parassiti intestinali, in una scuola di Torre Annunziata, nella provincia di Napoli. Si tratta, precisamente, di Ascaris lumbricodes: circa 20 casi tra gli studenti dell'istituto Parini-Rovigliano, che sorge nella città oplontina. Nella giornata di ieri, negli uffici dell'amministrazione comunale si è svolto un tavolo tecnico alla presenza del sindaco di Torre Annunziata, Vincenzo Ascione, della dirigente scolastica Maria Antonietta Zeppetella Del Sesto, dei responsabili Asl Adele Carotenuto e Francesco Fanara e di una delegazione di genitori. Si tratta di un focolaio, non di una vera e propria epidemia: il fenomeno è tenuto sotto osservazione e non si esclude la presenza di vermi anche in altri istituti scolastici.

Vermi intestinali: contagio, sintomi e cura

Gli Acaris lumbricodes, da adulti, possono raggiungere una lunghezza compresa tra i 15 e i 40 centimetri: i vermi invadono l'organismo penetrando attraverso l'assunzione di acqua o cibo contaminati dalle feci del parassita. Il tempo di incubazione è ridotto, dal momento che le uova depositate nell'organismo si schiudono molto in fretta: tra i sintomi ci sono l'occlusione intestinale febbre, problemi respiratori e perdita di appetito. Comunemente, i parassiti si curano con l'assunzione di farmaci, solitamente antibiotici, trattandosi di una infezione, per circa tre settimane.