I prodotti ittici sequestrati dai militari dell’arma.
in foto: I prodotti ittici sequestrati dai militari dell’arma.

NAPOLI – Un centinaio di chili di pesce, cozze e telline in cattivo stato di conversazione ma regolarmente in vendita per i consumatori in vista delle imminenti festività natalizie. E' questa la scoperta dei carabinieri di Torre del Greco durante le verifiche effettuate questa mattina, che hanno portato al sequestro di oltre sessanta chili di prodotti ittici assortiti di vario tipo e a sanzioni verso i loro venditori.

Nel dettaglio, i carabinieri della compagnia di Torre del Greco hanno scoperto che i prodotti ittici erano tutti privi della tracciabilità e che, soprattutto, erano esposti alla vendita ma anche agli agenti atmosferici, con tutti i rischi che ne conseguono per la salute degli acquirenti. Dopo le verifiche di rito, sono scattate le denunce per quattro venditori ambulanti e sequestrati complessivamente sessantuno chili di prodotti ittici di vario genere. Nel corso di ulteriori controlli, sono state comminate sanzioni amministrative ad altri cinque venditori ambulanti.

In un'altra operazione, in una cittadina alle porte del capoluogo partenopeo, i carabinieri appartenenti al Nucleo Anti-sofisticazioni e Sanità di Napoli hanno invece scoperto e sequestrato altri cento chilogrammi di telline, privi di qualunque indicazione sulla loro provenienza. Anche in questo caso, lo stato di conservazione dei prodotti ittici non era dei migliori, con la merce che veniva trasportata a bordo di un'autovettura ed esposta "regolarmente" in vendita ai passanti abusivamente: la merce, alla fine delle operazioni e delle formalità di rito, è stata sequestrata mentre il venditore è stato segnalato all'autorità sanitaria per vendita abusiva, in forma ambulante, di prodotti ittici.