Se ne andavano in giro su uno scooter per le strade di Torre del Greco, in provincia di Napoli, reggendo due voluminose buste della spazzatura. Appena hanno incrociato una pattuglia dei carabinieri è cominciata una fuga spericolata: il conducente ha accelerato bruscamente e ha tentato di allontanarsi, dando il via a un inseguimento che si è concluso poco dopo. Uno dei due fuggitivi è riuscito a dileguarsi mentre l'altro è stato bloccato e successivamente è finito in carcere: i sacchi erano pieni di piante di cannabis, per un peso complessivo di quasi 15 chili. Presumibilmente le piante ritrovate, parzialmente essiccata, erano state appena acquistate "all'ingrosso" da un coltivatore "autonomo" nei paraggi per essere divisa in dosi.

I due giovani sono stati intercettati nella serata di ieri, 14 novembre, nel grosso comune alle porte di Napoli. Sono stati notati da una pattuglia della sezione Radiomobile di Torre del Greco, i militari si erano avvicinati perché avevano notato i sacchi voluminosi che sporgevano dallo scooter, mantenuti dal passeggero; non avevano ancora imposto l'alt quando i due hanno cominciato a scappare ad alta velocità.

Al termine dell'inseguimento il conducente è scappato e sono in corso le ricerche. Il passeggero, quello che reggeva le buste, è stato bloccato e arrestato; si tratta di Vittorio Gargiulo, 27 anni, del posto, già noto alle forze dell'ordine. Dopo le formalità di rito è stato rinchiuso nel carcere di Poggioreale, accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Sulla provenienza della cannabis indica sono in corso ulteriori accertamenti.