Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Due giovanissimi di 17 anni, sono stati fermati dopo tre giorni di indagini a Torre del Greco, in provincia di Napoli: sono accusati di essere coinvolti nel ferimento di un uomo originario del Marocco, accoltellato nei pressi della sua abitazione nella notte di domenica scorsa in via Mortelle, nel comune corallino. I due, entrambi di Torre Annunziata, sono stati denunciati per lesioni personali e porto abusivo di armi.

I fatti risalgono alle prime ore di domenica 24 maggio. Era circa l'1 del mattino, un gruppo di ragazzini era in strada in via Mortelle, parallela di via Litoranea. Urla, schiamazzi, che stavano disturbando quelli che, negli edifici vicini, avrebbero voluto dormire. Fino a quando uno dei residenti, un 40enne di origine marocchina, non era sceso in strada e aveva affrontato il gruppetto chiedendo loro di andarsene. Era partita la ritorsione, prima con gli insulti e poi con il coltello. Uno dei ragazzi aveva tirato fuori la lama e aveva colpito l'uomo con un fendente all'addome.

L'aggressione era stata notata da altri residenti, che avevano lanciato l'allarme. All'arrivo delle forze dell'ordine i ragazzi si erano già dileguati, ma l'uomo era ancora a terra, sanguinante. Hanno richiesto l'intervento del 118 e hanno raccolto le prime dichiarazioni della vittima, che ha riferito di essere stata aggredita da due giovani dopo una lite in strada. Il 40enne è stato trasportato all'Ospedale del Mare, in condizioni gravi ma non in pericolo di vita. Sono state avviate le indagini, i due 17enni sono stati identificati e mercoledì mattina, 27 maggio, sono stati rintracciati e denunciati.