Una tragedia ha colpito nel pomeriggio di oggi, giovedì 3 ottobre, la comunità di Campagna, nella provincia di Salerno: Cosimo Cuozzo, operaio di 40 anni, è deceduto mentre riparava la sua cisterna, utilizzata per l'auto espurgo. Stando a quanto si apprende, l'uomo, che avrebbe compiuto 41 anni il mese prossimo, era in compagnia di un amico e stava cercando di riparare una perdita nella cisterna con un saldatore, in una ditta della zona, quando il mezzo è improvvisamente esploso. Sul posto sono intervenuti i sanitari del Vopi e della Croce Rossa, ma purtroppo per il 40enne non c'era più nulla da fare: è deceduto sul colpo. Sul luogo della tragedia anche i vigili del fuoco e i carabinieri, che hanno effettuato tutti gli accertamenti del caso per determinare le cause dell'esplosione: secondo una prima ricostruzione, potrebbe essere stata causata dai gas residui in compressione nella cisterna. Il magistrato di turno ha disposto tutti gli accertamenti di rito sulla salma, che è stata portata all'obitorio dell'ospedale di Eboli, dove con ogni probabilità nelle prossime ore sarà effettuata l'autopsia. Sono in corso anche i relativi accertamenti, da parte delle forze dell'ordine, per stabilire eventuali responsabilità.

Sulla morte di Cosimo Cuozzo si è espresso anche il sindaco di Campagna Roberto Monaco, che ha espresso il suo cordoglio. "Siamo addolorati per questa perdita che scuote la nostra comunità. Era un giovane lavoratore peraltro con una bambina piccola e quindi il dolore è ancora più grande per tutti noi. Ci stringiamo alla famiglia in questo momento di immane dolore" ha dichiarato il primo cittadino.