Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Una giornata al mare che si è trasformata in tragedia: un ragazzino di 15 anni è annegato davanti agli occhi del padre ad Agropoli, località del Cilento, in provincia di Salerno. Stando a quanto si apprende il 15enne si trovava su una barca a vela, in compagnia del padre, a pochi metri dal porto cittadino: mentre faceva il bagno in mare, il ragazzino è stato trascinato al largo dalla corrente e per lui non c'è stato nulla da fare. Il padre ha lasciato l'imbarcazione e si è tuffato in mare per cercare di salvarlo, purtroppo senza riuscirci. Sul posto sono intervenuti gli uomini della Capitaneria di Porto di Agropoli, guidati dal tenente di vascello Guido Cimmino, che non hanno potuto fare altro che recuperare il corpo del ragazzino, privo di vita, in mare.

Anche il padre della vittima, in evidente stato confusionale, è stato recuperato in acqua: la dinamica di quanto accaduto non è ancora del tutto chiara. Sulla vicenda la Procura di Vallo della Lucania, guidata dal procuratore Antonio Ricci, ha deciso di aprire una inchiesta, affidata appunto agli uomini della Capitaneria di Porto. Il corpo del ragazzino è stato così sequestrato e sarà sottoposto agli esami autoptici. Anche la barca a vela sulla quale si trovavano la vittima e il padre, che senza controllo si è andata a schiantare contro la scogliera che delimita il porto, è stata posta sotto sequestro.