Una vera e propria tragedia quella capitata, nel tardo pomeriggio di ieri, alla stazione di Recale, paesino alle porte di Caserta, dove una donna di 51 anni anni, Rosa Palmieri, è stata investita e uccisa da un treno merci. La dinamica del tragico incidente non è ancora chiara, ma da quanto si apprende, la vittima stava attraversando i binari – precisamente il binario 1 – e non si sarebbe accorta del treno merci in transito, diretto a Napoli. Pare invece che il macchinista si sia accorto della presenza della donna sui binari e abbia provato a frenare, purtroppo invano: la donna è stata investita ed è morta praticamente sul colpo, nonostante i soccorsi siano giunti tempestivamente in stazione. Sul posto sono arrivate anche le forze dell'ordine, che hanno effettuato tutti i rilievi del caso per determinare l'esatta dinamica dell'incidente, ancora poco chiara, e il magistrato di turno: sarà l'autopsia a chiarire quanto accaduto; Rosa Palmieri lascia 3 figli. La circolazione ferroviaria sulla tratta Caserta-Napoli via Aversa ha subito notevoli rallentamenti.

All'inizio dello scorso mese di gennaio, una tragedia analoga è occorsa invece alla stazione di Albanova, ancora nella provincia di Caserta, dove un uomo è stato investito e ucciso da un treno in corsa. Secondo una prima ricostruzione, si sarebbe trattato di un gesto volontario, dal momento che alcuni testimoni hanno visto la vittima camminare sui binari e farsi investire dal treno in transito. Sul posto le forze dell'ordine per ricostruire la dinamica dell'incidente ferroviario mortale: anche in questa occasione, la circolazione ferroviaria ha subito disagi e rallentamenti.