Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Una delle perle della Costiera Amalfitana, nella provincia di Salerno, funestata da un macabro ritrovamento: oggi, giovedì 11 luglio, nelle acque di Cetara è stato rinvenuto il cadavere di un sub. Stando a quanto si apprende l'uomo, le cui generalità non sono ancora state rese note, è stato ritrovato in mare, purtroppo privo di vita: il sub sarebbe rimasto incastrato tra i frangiflutti del molo, senza avere la possibilità di tornare a galla. Sul posto sono arrivati i soccorritori del 118 e gli uomini della Guardia Costiera, che hanno avuto non poche difficoltà a recuperare il corpo, vista la posizione. Una folla di curiosi si è assiepata sul posto per assistere alla scena. Come da prassi, sul cadavere verrà effettuata l'autopsia per scoprire l'identità dell'uomo e le esatte cause della morte.

Tragedie come questa riportano alla mente quella accaduta nell'estate del 2016, quando tre sub, a Palinuro, sempre in provincia di Salerno, persero la vita durante una immersione. A perdere la vita due sub esperti e un turista che erano sceso in mare con loro per effettuare una immersione "a parete": i corpi furono trovati a circa 45 metri di profondità e per il recupero fu necessario una squadra di sommozzatori dei vigili del fuoco. La tragedia scosse fortemente la comunità di Palinuro e in generale tutti gli appassionati di questo sport, che spesso purtroppo può riservare delle insidie che possono rivelarsi fatali.