2.367 CONDIVISIONI
16 Settembre 2015
8:20

Trent’anni dalla morte di Giancarlo Siani, tutte le iniziative

Dal 19 al 23 settembre si svolgeranno le celebrazioni per il trentennale della morte di Giancarlo Siani, il giornalista napoletano ucciso dalla camorra nel quartiere a bordo della sua Mehari.
A cura di Angela Marino
2.367 CONDIVISIONI

Ricorrono trent'anni dalla morte di Giancarlo Siani, il giornalista del Mattino ucciso dai sicari del clan Gionta il 23 settembre del 1985. Le celebrazioni in ricorso del cronista trucidato dalla camorra inizieranno il giorno del suo compleanno, il 19 settembre. Quest'anno Siani avrebbe compiuto 56 anni. “La ricorrenza – spiegano dalla Fondazione Polis – sarà l'occasione non solo per fare memoria di un giovane della nostra città e della nostra regione barbaramente ucciso dalla camorra, ma anche per tenere accesi i riflettori sui delicati temi delle vittime innocenti della criminalità e della libertà di stampa.

Trent'anni dalla morte di Giancarlo Siani, le iniziative dal 19 al 23 settembre

Tante gli eventi del programma per il trentennale della morte di Siani, promosso della Fondazione Polis, presieduta dal Paolo Siani, fratello di Giancarlo, dall'associazione Libera e dal Coordinamento campano dei familiari delle vittime innocenti della criminalità.

Sabato 19 settembre

Alle ore 21 il programma verrà inauguaryo aperte con la rappresentazione di “Ladri di sogni” di Peppe Celentano e Vincenzo De Falco, al Teatro Diana. Interverranno il giornalista del Mattino Gigi Di Fiore, Enzo D’Errico, direttore del Corriere del Mezzogiorno e Ottavio Ragone, capo della redazione napoletana di Repubblica.

Domenica 20 settembre
Al Palavesuvio di Ponticelli, si svolgerà l'incontro di pallavolo tra una rappresentativa under 15 campana e una degli ex allievi ed ex compagni di squadra di Giancarlo Siani, dal titolo "Un muro contro le mafie" .L'evento è promosso da Anm, Coni, Fipav e Fipav Campania. Seguirà la partita tra le nazionali femminili di Italia e Germania.

Lunedì 21 settembre

L'Amministrazione comunale di Torre Annunziata ricorderà il giornalista e concittadino con l'iniziativa "Torre Annunziata non dimentica, Giancarlo Siani uno di noi". In quell'occasione sfilerà la Mehari verde in cui il giornalista fu ucciso, divenuta un'icona del cronista scomparso.

Martedì 22 settembre

Alle 16.30 all'ateneo Suor Orsola Benincasa di Napoli, si svolgerà il convegno a cura dell'Ordine dei giornalisti della Campania "Giancarlo Siani e il giornalismo di frontiera".

Mercoledì 23 settembre

Alle 8 e 45 alle le Rampe Siani nel quartiere Vomero di Napoli, non lontano dalla casa in cui Siani abitava, inizieranno le celebrazioni in memoria del giornalista scomparso nel 1985. Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris e il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca presenzieranno alla deposizione di fiori. Parteciperanno anche i giovani del Coro giovanile del Teatro San Carlo. Alle 11 nella Sala riunioni del Mattino, si terrà la XII edizione del Premio Siani, alla presenza del ministro della Giustizia Andrea Orlando. Alle 18.30, nella chiesa dei Salesiani al Vomero, don Tonino Palmese e don Luigi Ciotti celebreranno la Santa Messa. Le celebrazioni si concluderanno alle 20, al Palazzo delle Arti di Napoli in via Roccella, a Chiaia, dove avrà luogo l'intitolazione dell'Atrio del a Giancarlo Siani.

2.367 CONDIVISIONI
"Giancarlo Siani, santo non lo so. Ma dimenticato sicuramente no"
Giancarlo Siani, libri e film per conoscerlo meglio
Giancarlo Siani, libri e film per conoscerlo meglio
Giancarlo Siani: santo per un giorno, dimenticato tutto l’anno
Giancarlo Siani: santo per un giorno, dimenticato tutto l’anno
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni