Una quindicina di feriti, tra i quali anche una bambina: sono gli effetti di una tromba d'aria improvvisa si è abbattuta sui lidi tra Licola e Varcaturo, in provincia di Napoli, causando spavento tra i bagnanti; alcuni sono stati colpiti dagli oggetti trasportati dalla furia del vento. Tra i feriti finiti in ospedale, tutti non gravi, anche una bambina colpita a un sopracciglio. Sul posto sono state fatte intervenire delle ambulanze per prestare i primi soccorsi.

Il vortice d'aria, che si è formato a riva, ha danneggiato il tetto di uno stabilimento balneare e fatto volare ombrelloni e lettini; trascinati dal vento anche alcuni gazebo, che sono stati divelti. I bagnanti si sono spostati di corsa nelle strutture dei lidi per cercare rifugio. Il vento si è placato dopo circa un minuto e la situazione è tornata sotto controllo. Sono rimasti, però, i danni. Si vedono anche nei video e nelle fotografie che sono stati diffusi sui social network: strutture sradicate, ombrelloni piegati e lettini capovolti. I danni ai lidi, in particolar modo nell'area del Lido Gallo, quello più colpito, stando a un primo conteggio sono notevoli.

"Era le 13 circa, eravamo sul lido da una mezz'ora – racconta Daniele Simonetti, uno dei bagnanti – il cielo era nuvoloso. Abbiamo visto un vortice che si avvicinava dal mare verso di noi. I bagnini ci hanno detto di chiudere gli ombrelloni, ma in un attimo è stato il caos: lettini e ombrelloni che volavano, il vento ha trascinato anche un gazebo. Uno dei lettini l'hanno recuperato dopo nel lido a fianco. Una bambina è stata colpita da un oggetto al volto, è rimasta ferita al sopracciglio; un signore anziano è stato colpito alla testa. Sono arrivate in pochi minuti due ambulanze, per fortuna non ci sono stati feriti gravi".

Tromba d'aria a Licola e Varcaturo: circa 15 feriti, non gravi

Sui lidi sono intervenuti i sanitari del 118 e la Polizia di Stato. Le persone rimaste ferite per i danni causati dalla tromba d'aria sono una quindicina, tra cui la bambina e l'anziano. Due di loro sono state accompagnate in ambulanza all'ospedale Pineta Grande per gli accertamenti medici del caso; un'altra decina di persone è invece stata visitata al Pronto Soccorso del Santa Maria delle Grazie (La Schiana) di Pozzuoli. Nessuno di loro è grave, sono stati dimessi dopo le visite di controllo, in cui sono state riscontrate leggere contusioni dovute all'impatto con gli oggetti fatti trasportati dal vento; sono stati dimessi poco dopo.