Controlli serrati in vista del fine settimana a Napoli, soprattutto nei luoghi della movida. Già da ieri, venerdì 5 giugno, gli agenti di polizia hanno pattugliato in particolare il Centro Storico, dove si trovano la maggior parte dei locali frequentati dai giovani nel fine settimana, soprattutto nella Zona Universitaria. E non sono mancate le sanzioni per alcune irregolarità riscontrate dagli agenti. In tutto sono state controllate 24 vetture e 140 persone, ma i problemi sono stati riscontrati in alcuni bar.

In particolare, nei controlli degli agenti del commissariato Decumani che hanno riguardato locali tra via Paladino, via Carrozzieri a Monteoliveto e via Sanfelice, per due di loro sono scattate sanzioni perché al loro interno è stata accertata la presenza di troppi clienti: un numero, in entrambi i casi, superiore rispetto a quello consentito. Assembramenti che già normalmente, per motivi di sicurezza, sono vietati ma che in questo particolare periodo storico di pandemia da coronavirus sono particolarmente "attenzionati" per evitare il nuovo diffondersi del virus. Un terzo locale è stato invece sanzionato perché, al suo interno, vi era un dipendente senza la mascherina (che in Campania è obbligatoria, in particolar modo nei locali pubblici), così come un cliente che era al suo interno. Nei guai anche un 21enne, che è stato segnalato perché trovato in possesso di droga. Ora l'attenzione va a sabato sera, quando la movida diventerà particolarmente consistente ed il pericolo di assembramenti, anche consistenti, nelle strade del centro storico sarà maggiore rispetto agli altri giorni.