Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Beccato da un carabiniere mentre stava gettando rifiuti indifferenziati in un terreno agricolo vicino via Palazzo dei Conti. Un uomo di 66 anni di Turino è stato denunciato per gestione di rifiuti non autorizzata. I militari hanno anche sequestrato il furgone su cui li stava trasportando, per effettuare i rilievi del caso. Tutto è cominciato ieri, quando l'uomo – forse credendo di essere da solo e di passare inosservato – è andato nel campo con il furgone colmo di buste piene di rifiuti indifferenziati probabilmente prodotti in casa, contenenti soprattutto carta e plastica. Arrivato sul terreno, ha iniziato a gettarli per terra, senza accorgersi che un carabiniere in servizio lo stava osservando già da un po' e che per questo ha chiamato una pattuglia di rinforzo chiedendo l'intervento dei colleghi.

Tufino, getta rifiuti in un campo: sequestrato anche il furgone

Una volta arrivati sul posto, i carabinieri della stazione di Tufino hanno provveduto a bloccare l'uomo e a identificarlo. Dopodiché lo hanno denunciato per gestione di rifiuti non autorizzata, e il furgone dove aveva caricato l'immondizia gettata poi nel terreno è stato sequestrato per consentire i rilievi del caso. Dai primi accertamenti fatti è emerso che il furgone è di proprietà di una società di Tufino che commercia frutta e verdura di proprietà della famiglia dell'uomo. Non si sa ancora quando il mezzo sarà dissequestrato. Oltre al furgone sono stati sequestrati anche i rifiuti, che adesso dovranno essere classificati e smaltiti da Arpac. Non si sa se l'uomo abbia gettato rifiuti nei campi già altre volte: fatto sta che si tratta di una pratica molto grave non solo perché inquina l'ambiente circostante, ma crea dei gravi danni ai terreni su cui vengono illegalmente smaltiti.