Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Questa volta, per fortuna, la vicenda si è conclusa con un lieto fine: un altro escursionista disperso in Campania. È accaduto a Formicola, nella provincia di Caserta. Un ragazzo di 19 anni, uscito per una passeggiata insieme al suo cane in una zona boschiva in località Le Campole, è rimasto bloccato dalla folta vegetazione, impossibilitato a muoversi e a imboccare il sentiero che lo portasse indietro – e che non riusciva a ritrovare – a causa di un burrone. Il 19enne, tramite un cellulare di vecchia generazione che aveva con sé, è riuscito a telefonare al 112, chiedendo aiuto: i carabinieri di Formicola, insieme a quelli della stazione Forestale, quelli della stazione di Pietramelara, al soccorso alpino e ai vigili del fuoco, si sono messi subito sulle tracce del ragazzo, anche grazie all'ausilio di un elicottero. Dopo 4 ore, nelle quali il giovane è rimasto in contatto telefonico con il 112, i soccorritori sono riusciti ad individuarlo e a trarlo in salvo.

È inevitabile che la vicenda del 19enne del Casertano richiami alla mente quella di Simon Gautier, che purtroppo ha avuto un epilogo differente. Simon Gautier è il turista francese di 27 anni disperso lo scorso 9 luglio durante una escursione a San Giovanni a Piro, in Cilento, nella provincia di Salerno. Il ragazzo, caduto in un dirupo, aveva allertato i soccorsi, riferendo di essersi ferito alle gambe ma di non sapere esattamente dove si trovasse: dopo 9 giorni di ricerche, il 18 luglio, sfortunatamente Simon è stato trovato morto in fondo al burrone nel quale era caduto.