875 CONDIVISIONI
26 Ottobre 2017
16:16

Un libro racconta la vita di Bud Spencer, dallo sport al cinema al successo mondiale

In occasione di quello che sarebbe stato il giorno del compleanno di Bud Spencer esce un libro-intervista in cui l’attore ripercorre le tappe principali della sua lunga e straordinaria vita e del suo successo da attore. Senza dimenticare Napoli.
A cura di Ciro Pellegrino
875 CONDIVISIONI

Il 31 ottobre Bud Spencer, al secolo Carlo Pedersoli, avrebbe compiuto 88 anni. Purtroppo il celebre attore napoletano che fu anche atleta olimpico, imprenditore e personaggio amatissimo nel mondo, ci ha lasciati il 27 giugno 2016. Ma in questi giorni – ironia della sorte proprio quando sta per uscire un docufilm su Luciano De Crescenzo, nel quale Bud incontra il vecchio amico d'infanzia – esce anche un libro che ripercorre la vita del gigante buono dal cazzotto facile.

Lunedì la presentazione al Gambrinus con tutta la sua famiglia e un caffè a lui dedicato per un omaggio alla sua memoria. Il libro è  “Grazie Bud” in cui Alessandro Iovino ha raccolto l’intervista in cui l’attore napoletano, scomparso nel giugno del 2016, si racconta tra fede, filosofia, amore per Napoli e aneddoti della sua incredibile vita. L’appuntamento è per lunedì 30 ottobre alle 18.30 al celebre caffè di piazza Trieste e Trento per la presentazione a cui, oltre all’autore, parteciperanno anche Catena Fiorello, Gaetano Sottile, Andrea Cannavale figlio di Enzo, grande attore napoletano e celebre spalla di Bud nella saga di "Piedone lo sbirro", Francesco Emilio Borrelli, Gianni Simioli e il primogenito di Bud Spencer, Giuseppe Pedersoli, produttore cinematografico che porterà un suo personale ricordo del padre, insieme a gran parte dei figli e dei nipoti dell’indimenticato artista napoletano.

Per l’occasione il Gambrinus presenterà il Caffè Bud, oltre a una torta per celebrare l’anniversario della nascita di Bud Spencer. “Napoli non dimentica uno dei suoi figli più illustri e conosciuti al mondo” ha detto Alessandro Iovino, autore del libro, aggiungendo: “Sono onorato che, nei giorni in cui Bud sarà celebrato in tutto il Mondo perché il 31 ottobre è la data del suo compleanno, la sua famiglia abbia deciso di essere a Napoli, la città che Bud più ha amato nella sua vita. Faremo sentire tutta la nostra vicinanza e tutto il nostro calore alla famiglia in questa speciale occasione”.

875 CONDIVISIONI
"Il cuore si era fermato", il racconto del finanziere che ha salvato la vita al parroco del Duomo di Nola
"Il cuore si era fermato", il racconto del finanziere che ha salvato la vita al parroco del Duomo di Nola
Igiaba Scego racconta il colonialismo italiano ai ragazzi: "Una grande ferita che dobbiamo conoscere"
Igiaba Scego racconta il colonialismo italiano ai ragazzi: "Una grande ferita che dobbiamo conoscere"
127.506 di Cultura Fanpage
No green pass vestiti da deportati, Liliana Segre: "A chi fa paragoni con la Shoah rispondo silenzio"
No green pass vestiti da deportati, Liliana Segre: "A chi fa paragoni con la Shoah rispondo silenzio"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni