Ci sono due professionisti napoletani che allungano la lista dei morti per Coronavirus Covid-19. Si tratta di un medico e di un avvocato. Del medico è stato reso noto il nome dalla Federazione nazionale degli ordini dei medici (Fnomceo): è Antonio Buonomo, medico legale di Napoli, dichiarato deceduto nel pomeriggio di oggi. Buonomo insieme ad un medico di famiglia di Bergamo, Vincenzo Leone, dirigente del sindacato Snami, fa salire a 17 i decessi certificati di medici in attività a causa dell'epidemia da nuovo Coronavirus. Dell'avvocato non sono state rese note le generalità, si sa solo che non è il "paziente 1" di Napoli ovvero non è l'avvocato che portò suo malgrado il virus da Milano a Napoli dopo un viaggio in aereo. Il legale deceduto è un uomo sulla sessantina operante nella zona del centro.

Nel frattempo si accelera per la predisposizione di nuove sale intensive in città, in previsione dell'ondata di contagiati fra i quali una quota percentuale – lo dicono le statistiche – dovrà purtroppo ricorrere alle cure mediche, finendo in rianimazione o addirittura intubato a causa della grave polmonite intersiziale che causa il Covid-19. Sono iniziati oggi nel piazzale di Ponticelli antistante l'Ospedale del Mare, , i lavori per l'allestimento di una struttura sanitaria con moduli prefabbricati progettata dalla Regione Campania per l'emergenza coronavirus. L'ospedale ‘da campo' ospiterà 72 posti di terapia intensiva quando sara' ultimato. Il direttore generale dell'Asl Napoli 1 Ciro Verdoliva spiega che per ora sono stati spianati i piazzali. Poi ci sarà la colata di cemento e la prima parte dell'ospedale verrà montata a partire dal 3 aprile, quando una colonna di 16 camion porterà sul sito i moduli per i primi 24 posti letto in terapia intensiva che è previsto siano attivi dal 6 aprile. Il 13 aprile è previsto che siano pronti 48 posti letto, e il 20 aprile si arriverà all'ospedale completo da 72 terapie intensive.