434 CONDIVISIONI
Covid 19
22 Giugno 2020
8:54

Va a partorire e scopre di essere positiva al coronavirus: tamponi a tutto il condominio

Una donna di nazionalità bulgara è risultata positiva al coronavirus a Mondragone dopo essere andata in ospedale per partorire. Asintomatica, sta bene così come il figlio neonato, ma è stata trasferita al reparto specializzato. Il sindaco: “Rassicuro i cittadini circa l’assenza di rischio di contagio”. Sottoposti a tampone i 70 residenti della palazzina dove viveva una donna.
A cura di Giuseppe Cozzolino
434 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Va a partorire in ospedale, dove scopre però si essere positiva al coronavirus. La donna, completamente asintomatica, dopo il parto è stata trasferita nel reparto specializzato anti-CoViD-19: le sue condizioni sono buone, così come quelle del bambino. La vicenda è accaduta a Mondragone, nel Casertano: subito dopo la scoperta della positività, sono scattati i controlli di rito all'intera palazzina dove vive la donna, di nazionalità bulgara, che assieme alla sua comunità di connazionali abita negli ex-palazzi Cirio.

A Mondragone la paura è tanta, anche perché un altro cittadino bulgaro, che si trovava già ricoverato all'ospedale di Sessa Aurunca, era stato trasferito poche ore prima al CoViD Hospital di Maddaloni proprio perché positivo al coronavirus. Il sindaco di Mondragone, Virgilio Pacifico, ha comunque voluto tranquillizzare la cittadinanza, spiegando che "da sindaco e da medico rassicuro i cittadini circa l'assenza di rischio di contagio, fermo restando che ciascuno deve continuare ad attenersi scrupolosamente alle norme di igiene e profilassi prescritte, poiché rappresentano, ancora, la più efficace attività di contrasto all'eventuale diffusione del virus".

Proprio Pacifico ha anche spiegato che, in relazione alla palazzina ex Cirio isolata, ieri pomeriggio "su mia mia segnalazione e in mia presenza, il personale della competente Asl territoriale, assistito dai Carabinieri, dai Vigili Urbani e dai volontari della Protezione Civile, ha effettuato ben 70 tamponi oro-faringei su cittadini di nazionalità bulgara, da anni residenti nella nostra città", nonché che "quale prima autorità sanitaria locale, ho immediatamente attivato le procedure previste dal protocollo Covid per l'individuazione dei contatti e, per gli stessi, la predisposizione della quarantena".

434 CONDIVISIONI
31862 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni