Le vie di accesso erano bloccate dall'incendio, che stava consumando l'area boschiva, e così loro erano rimasti intrappolati sulla spiaggia. Sono stati salvati dai soccorritori coordinati dalla Guardia Costiera, che hanno fatto arrivare via mare i mezzi su cui i sette, tutti turisti che erano a Vico Equense in vacanza, sono stati caricati e trasportati in un luogo sicuro. Le operazioni di salvataggio si sono svolte nel pomeriggio di ieri, 10 settembre, mentre i Vigili del Fuoco erano impegnati con l'incendio.

I turisti erano rimasti bloccati sulla spiaggia di Tordigliano, che ricade nel territorio di Vico Equense, nella Penisola Sorrentina, in provincia di Napoli. Sono stati individuati dai Vigili del Fuoco che, anche con l'uso di mezzi aerei per raggiungere le aree più impervie, stavano spegnendo le fiamme. L'allarme è stato inoltrato alla Guardia Costiera, che ha coordinato il salvataggio. Sul posto sono stati fatti convergere diversi mezzi nautici del Corpo dislocati a Castellammare di Stabia, Massa Lubrense, Capri e Positano; una volta accertata l'effettiva profondità del fondale nei pressi della battiglia, è stato fatto avvicinare il mezzo più idoneo per caricare i turisti.

Per concludere i soccorsi nel minor tempo possibile, riducendo i rischi, sono stati indirizzati anche mezzi nautici privati che erano idonei a imbarcare civili in difficoltà e sono stati allertati i Vigili del Fuoco che, in caso non fosse stato possibile avvicinarsi con le imbarcazioni, avrebbero proceduto con l'evacuazione dei turisti tramite i mezzi aerei. Per il recupero è stata utilizzata un'unità privata proveniente da Positano, assistita dal battello pneumatico del Corpo Gc B/23, proveniente da Massa Lubrense, su cui sono saliti i sette; sono stati trasportati nel porto di Positano, non sono feriti e le loro condizioni di salute sono buone. Dopo l'operazione il battello ha perlustrato la zona per verificare che non ci fossero altre persone in difficoltà.