Un vero e proprio nubifragio quello che si è scatenato su Napoli nella mattinata di oggi, lunedì 23 luglio. Una bomba d'acqua in perfetto stile tropicale, che è durata poco ma che ha letteralmente allagato la città in diversi punti, che vanno dalla centralissima Via Caracciolo fino a Bagnoli, con tombini esplosi ed acqua che ha invaso le strade travolgendo anche le automobili. Tutto è durato poco tempo: il temporale ha scaricato tutta la sua potenza sul capoluogo partenopeo per poi spegnersi. Ma quel "poco" è bastato per allagare le strade, con l'acqua che dopo aver portato all'esplosione dei tombini ha anche raggiunto i marciapiedi ed in alcuni casi raggiunto le automobili.

Situazione critica a Bagnoli, dove la circolazione è andata letteralmente in tilt, ma anche giù in centro: a via Caracciolo, l'acqua ha invaso le carreggiate cittadine e in alcuni punti ha anche allegato alcuni negozi. Al violento nubifragio si sono aggiunte anche forti raffiche di vento, che hanno abbattuto le reti di delimitazione poste all'ingresso di uno dei due varchi del sottopasso Claudio: di conseguenza, le automobili sono state costrette a marciare a rilento, con ulteriori gravi conseguenze sul traffico cittadino che è andato letteralmente in tilt in diversi punti della città.