Su di lui pendeva un mandato di cattura internazionale per violenza sessuale su minore: un uomo rumeno di 42 anni, ricercato da oltre un anno e mezzo, è stato arrestato a Villa di Briano, nella provincia di Caserta, dagli agenti della Squadra Mobile, in collaborazione con gli uomini del Servizio Cooperazione Internazionale di Polizia, che lo hanno rintracciato in un appartamento della cittadina del Casertano, dove era aiutato nella latitanza da alcuni connazionali. L'uomo, nel 2010, si trovava in un bar di Bicaz, in Romania, quando grazie all'aiuto di un complice, aveva attirato con una scusa una ragazzina minorenne nel bagno del locale e l'aveva costretta ad avere un rapporto sessuale con lui.

Il caso fece molto scalpore in Romania. Dopo indagini serrate, il 42enne era stato arrestato e processato. La condanna a nove anni di reclusione per la violenza sessuale, però, è arrivata soltanto nel 2017, quando l'uomo era ormai stato scarcerato e aveva lasciato la Romania, facendo perdere le sue tracce. Anche in Italia, il 42enne aveva commesso reati contro il patrimonio: trattandosi di un uomo violento e pericoloso, le forze dell'ordine di mezza Europa, durante questo anno e mezzo di latitanza, gli hanno dato la caccia. In questi giorni, grazie alla Polizia di Stato, l'uomo è stato assicurato alla giustizia: sono state già avviate le procedure per l'estradizione in Romania, dove sconterà la sua condanna.