7 Febbraio 2019
18:44

Violenza nel carcere di Ariano Irpino: detenuto colpisce un agente con un estintore

Violenta aggressione nel carcere di Ariano Irpino, in provincia di Avellino, dove un agente della Polizia Penitenziaria è stato aggredito a calci e pugni da un detenuto, che l’ha poi colpito con un estintore. A diffondere la notizia è il Sappe, il Sindacato autonomo della Polizia Penitenziaria.
A cura di Valerio Papadia
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Violenta aggressione nel carcere di Ariano Irpino, nella provincia di Avellino, dove un agente della Polizia Penitenziaria è stato aggredito da un detenuto. Da quanto si apprende, il detenuto si è rifiutato di ritornare in cella: ha così aggredito a calci e pugni l'agente, colpendolo poi con un estintore. Per placare gli animi sono intervenuti anche altri due agenti, rimasti feriti anche loro nella colluttazione. Medicati dai sanitari, nessuno dei tre ha per fortuna riportato ferite gravi.

A rendere noto quanto accaduto nel carcere irpino è Emilio Fattoriello, segretario nazionale del Sappe, il Sindacato autonomo della Polizia Penitenziaria. Oltre a denunciare la violenta aggressione, Fattoriello ha colto l'occasione per sottolineare la situazione di emergenza del carcere di Ariano Irpino, dove gli agenti della Penitenziaria sono in numero inferiore rispetto ai 300 detenuti.

Dal carcere a 41Bus, Bruno che aiuta i familiari dei detenuti:
Dal carcere a 41Bus, Bruno che aiuta i familiari dei detenuti: "Trasformato un fallimento in vittoria"
La seconda vita dei detenuti del carcere di Secondigliano: “Studiare è l'unica forma di libertà
La seconda vita dei detenuti del carcere di Secondigliano: “Studiare è l'unica forma di libertà"
155.875 di Luigi Scarano
In ospedale per aver bevuto candeggina: detenuto prova a scappare e picchia tre poliziotti
In ospedale per aver bevuto candeggina: detenuto prova a scappare e picchia tre poliziotti
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni