Aveva preso a coltellate un adolescente di 15 anni il 9 dicembre scorso, nel quartiere Vomero di Napoli. Varriale Salvatore, 19 anni, napoletano, è stato costretto da oggi agli arresti domiciliari dagli agenti della Polizia di Stato per tentato omicidio, come stabilito del G.I.P del Tribunale di Napoli. I fatti risalgono ad alcuni mesi fa, quando cinque ragazzi si trovavano in via Scarlatti e furono avvicinati da una folla di giovani, che, dopo averli accerchiati, hanno iniziato a colpirli con violenza. I poliziotti sono riusciti dopo pochi giorni a individuare i responsabili dell'aggressione, tutti residente nel quartiere. Il 23 marzo gli agenti del Commissariato Vomero hanno eseguito cinque provvedimenti restrittivi, di cui quattro destinati a minori e uno a un maggiorenne, tutti indagati per i gli stessi reati. In quella circostanza Varriale era stato denunciato in stato di libertà.

Aggressione al Vomero: un 15enne preso a coltellate

Durante l'aggressione di dicembre scorso alcune delle vittime del pestaggio sono riuscite a fuggire. Uno di loro, il 15enne finito in ospedale, è stato bloccato e colpito più volte al petto con un coltello del tipo farfalla. Il giovane è stato soccorso dall'ambulanza riportando ferite gravi, tanto che per salvargli la vita è stato necessario un intervento chirurgico d'urgenza.