foto repertorio
in foto: foto repertorio

Una nottataccia, per i residenti nella vasta zona che tra Vomero e Arenella comprende la rotonda di via Simone Martini che collega via Pigna, via Case Puntellate e via Jannelli. Il motivo? Una festa di quelle che si vedono solitamente nella zona del centro storico o dei ristoranti da matrimonio: musica ad altissimo volume fino all'una di notte e il tutto ‘condito' con una scaricata di fuochi artificiali sparati in strada, in spregio ad ogni norma, che hanno trasformato domenica notte la zona in una cassa di risonanza che ha costretto molti ad attendere almeno fino alle 2 del mattino prima di poter prendere sonno e affrontare il lunedì di lavoro. La situazione – spiegano alcuni residenti – è stata finanche segnalata ai carabinieri. In alcuni casi il 112 è stato impossibile da raggiungere, dopo numerosi squilli a vuoto.

Dunque cosa è accaduto domenica notte tra via Simone Martini e via Pigna? In zona ci sono delle attività ricreative, ristopub e pizzerie e l'ipotesi è che siano loro a tenere altissimo il volume della musica che evidentemente non è solo per chi è nel locale ma è distintamente avvertita anche da chi è (vorrebbe essere) tranquillo a casa propria. Una cosa è certa: mentre nel weekend i carabinieri hanno avuto il loro bel da fare tra via Scarlatti, via Luca Giordano, piazza Vanvitelli e piazza Medaglie d'Oro per controllare la movida notturna, il caos si è spostato altrove. Di Polizia Municipale di notte nemmeno a parlarne, polizia e carabinieri dislocati altrove e dunque, purtroppo chi vive in zona si è sorbito il disagio senza poter far nulla. E i fuochi d'artificio? "Succede sempre più spesso", scrivono molti in alcuni frequentatissimi gruppi Facebook ‘geolocalizzati' sulla zona collinare. I botti illegali vengono lasciati in strada, come se niente fosse.