Nella conta dei danni per i festeggiamenti per la Coppa Italia vinta dal Napoli compare anche l'aiuola di piazza Vanvitelli: questa mattina appariva completamente devastata, con rifiuti lasciati sul terreno, erba strappata, muretti spaccati. Le fotografie della devastazione sono state diffuse su Facebook da Mario Coppeto, consigliere comunale di Napoli (Napoli in Comune a Sinistra).

"Stanotte devastata l'aiuola di piazza Vanvitelli – scrive Coppeto su Facebook, a corredo delle foto – l'aiuola simbolo delle adozioni del verde pubblico. L'aiuola curata da Giovanni Estate con Amore e dedizione. L'aiuola simbolo della battaglia contro il racket e l'usura. Un atto di bieco vandalismo e della frenesia collettiva del branco. Ieri il Napoli ha vinto un trofeo importante contro la Juve, la Coppa Italia, e tutti ne siamo contenti ed emozionati. Ma che miseria! Per festeggiare è proprio necessario distruggere la città? Sono sicuro che la famiglia Estate ed il Chioschetto ripristineranno l'aiuola per generosità e per battaglia sociale, ma almeno qualche deficiente e screanzato chiedesse scusa!"

Nella notte era stata vandalizzata anche la Fontana del Carciofo, in piazza Trieste e Trento, dove ieri sera molti tifosi si sono riuniti per festeggiare la conquista della coppa: la cancellata è stata divelta. La fontana era stata restaurata di recente e solo qualche mese fa era tornata in funzione, con la riattivazione dell'acqua. Ieri sera, subito dopo il fischio finale, folle di tifosi si erano riversate in strada: dalle immagini si vede che praticamente nessuno indossa le mascherine e tutte le regole di distanziamento sociale sono saltate, circostanze che hanno portato l'Asl ad attivare un monitoraggio di 7 giorni per verificare eventuali contagi.