I passeggeri in fuga sui binari della Circumvesuviana.
in foto: I passeggeri in fuga sui binari della Circumvesuviana.

Un treno della Circumvesuviana in fiamme, i passeggeri in fuga sui binari. Un martedì mattina davvero peggiore del solito per gli utenti del trasporto pubblico partenopeo, già perennemente alle prese con disservizi di ogni genere, tra corse in ritardo o soppresse, sovraffollamento dei vagoni ed altro ancora. Stamattina si è invece registrato un principio di incendio all'interno di un convoglio della Circumvesuviana che serve la linea che da Baiano arriva fino a piazza Garibaldi: il treno era quasi giunto nel capoluogo partenopeo, quando improvvisamente si è sprigionato il fumo, con il convoglio che sembrava avesse iniziato a prendere fuoco. Erano le 8.40 del mattino: un orario in cui pendolari di ogni tipo affollano i treni della Circumvesuviana.

In pochi minuti si è generato il caos, con la paura giustificata dei passeggeri che sono stati costretti a scendere a piedi dal vagone ed arrivare nella stazione di piazza Garibaldi, distante solo pochi metri, a piedi percorrendo i binari. La linea è rimasta conseguentemente bloccata: il treno successivo proveniente da Baiano è rimasto bloccato a Volla, non potendo ultimare la tratta e raggiungere piazza Garibaldi. L'Ente Autonomo Volturno, che gestisce la Circumvesuviana, ha poi fatto sapere che si sarebbe trattato in realtà di un "anomalo surriscaldamento delle resistenze", e che l'episodio "avrebbe potuto generare un possibile incendio". L'Eav ha fatto sapere anche che il tutto sarebbe stato "prontamente gestito dal personale di bordo, che ha attivato le azioni necessarie per mettere in sicurezza i viaggiatori, che sono stati tutti accompagnati a Piazza Garibaldi, e ripristinare le funzionalità del treno", specificando anche che "l'evento ha provocato una interruzione momentanea di circa cinque minuti della circolazione. I viaggiatori non hanno manifestato particolare agitazione e pertanto, risultano infondate le notizie di incendi e scene di panico riportate da alcuni canali social", visto che "i passeggeri hanno attraversato i binari ovviamente in sicurezza a circolazione ferma".